Questo sito utilizza cookie di funzionalità e cookie analitici, anche di terze parti, per raccogliere informazioni sull'utilizzo del Sito Internet da parte degli utenti.Se vuoi saperne di più clicca Maggiori Dettagli.
Chiudendo questo banner o accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'uso dei cookie.

Il Mondo OpenSource

Cosa si intende per Open Source?

Il termine Open source, che in inglese significa "codice sorgente aperto", in informatica indica un software i cui autori ne permettono e favoriscono il libero studio, modifiche e aggiornamenti da parte di altri programmatori indipendenti. Questo tipo di criterio è realizzato mediante l'applicazione di apposite licenze d'uso.
Internet ha favorito il fenomeno Open Source perché esso permette a programmatori distanti di coordinarsi e lavorare allo stesso progetto.
Attualmente il concetto di Open Source tende ad assumere rilievo filosofico, consistendo in una nuova concezione del mondo, in cui il fenomeno si propone di favorire e accelerare lo sviluppo mediante la condivisione della conoscenza.

Nel mondo informatico l'Open Source permette di avere numerosi standard aperti, e integrazioni libere tra i vari applicativi; tutto questo senza preoccuparci dei costi che vengono consistentemente contenuti.
Prodotti come Liferay, Adempiere e Alfresco sono ottimi esempi legati al mondo open.

I vantaggi dell'OpenSource

Affidabilità:

  • Elevata qualità e aderenza agli standard del Software;
  • Test continuo effettuato costantemente e wordwide;
  • Correzioni veloci e facilmente reperibili.

Efficienza:

  • Il software è controllato ed ottimizzato da una comunità che compete nel migliorarlo, e le nuove funzioni nascono dalle esigenze degli utilizzatori e non dalle esigenze di marketing.
  • Basso TCO (Total Cost of Ownership): licenze ed upgrade senza costo, solo apprendimento, manutenzione ed implementazioni.
  • Flessibilità: disponendo dei source non vi sono limiti nelle possibilità applicative e alle integrazioni di un programma.

Le Licenze

Una licenza open source è una licenza concessa dal detentore di un diritto d'autore, utilizzata prevalentemente nell'ambito dell'informatica riguardante solitamente il software, ma che può riguardare qualsiasi altro ambito nel quale si applica la normativa sul diritto d'autore.
Una caratteristica di una licenza OpenSource è che gli autori permettono di usare, modificare, ampliare, elaborare, vendere il proprio prodotto senza particolari obblighi economici.
L'esempio più famoso al largo pubblico sono le distribuzioni GNU/Linux: un sistema operativo completo di molteplici applicativi di valore liberamente scaricabili dai siti ufficiali proprietari.

I programmi di largo consumo

I software Open Source sono entrati prepotentemente nella nostra vita vita di tutti i giorni. Attualmente sono sempre più diffusi software di uso quotidiano come Firefox Mozilla, come browser web, VLC per riprodurre video, Gimp, 7-Zip, oppure i famosi OpenOffice e LibreOffice, valide alternative ai programmi di gestione testuale a pagamento.
Sono inoltre degne di nota le famiglie di famosi sistemi operativi come Android, forse il software mobile più usato al mondo e il SI Linux, i cui autori hanno contribuito in modo fondamentale alla nascita del movimento Open Source attualmente molto attivo, che comprende decine di migliaia di progetti.

C'è vero progresso solo quando i vantaggi di una nuova tecnologia diventano per tutti.

Henry Ford